...

Armonia nella composizione — 4h 10m 57s

Armonia nella composizione

Comporre significa scegliere

Le scelte che facciamo dal punto di vista armonico non sono solo un sostegno alla melodia. Servono a dare un contesto e a sottolineare le emozioni che desideriamo far trasparire.

L’armonia può anche dare un senso completamente diverso al materiale musicale melodico.

Trasformare la stessa melodia in due brani emotivamente differenti è uno dei punti chiave della musica da film, perché gli Eroi non vincono sempre e suggerire gli stati d’animo attraverso la musica è molto più efficace se l’associazione tra musica e personaggi (o tra musica e situazioni) viene mantenuta.

Raggiunta questa settimana, chiunque ha una solida preparazione fondamentale della teoria musicale, rinforzata dalla pratica. Si tratta ora di portarla verso un livello più sofisticato, ma sempre con molta semplicità.

Naturalmente al momento di comporre la componente armonica del brano dobbiamo per prima cosa analizzare la melodia per vedere se troviamo chiari indizi su dove ci troviamo: è già definita oppure è più sospesa e incerta e quindi ci permette di giocare con questa sospensione?

Appare evidente, già da quanto scritto finora, che siamo usciti dal giardino confortevole delle lezioni di teoria fondamentali. Ma niente paura: non aumenta la difficoltà, anzi, diventa tutto divertente e spendibile in concreto.

Costruire la struttura armonica di un brano

Partiamo dal fissare lo schema iniziale, con regole precise che rendono tutto accessibile a chiunque.

Partiamo nel modo più facile, mettendo a frutto quanto abbiamo già imparato finora e limitandoci agli accordi diatonici di base. Ogni nota della melodia potrà essere la fondamentale di una triade.

Procediamo nella forma più semplice possibile: soltanto con le triadi. Niente accordi di settima, niente rivolti, e sempre diatonici.

Tante limitazioni, certo, ma proprio grazie a questa riduzione all’essenziale possiamo impratichirci facilmente con una materia che sarebbe altrimenti davvero complessa.

Il segreto sta tutto nel procedere per piccoli passi, in pratica nell'adottare un metodo che permette di costruire un bagaglio di esperienze e di soluzioni che possono poi essere espanse ed estese in composizioni più complesse e ambiziose.

Procedendo insieme, senza fretta, possiamo costruire quelle fondamenta solide che porteranno a composizioni ambiziose.

È questo che permette in pochissimo tempo, di misura in misura, di creare una armonia che funziona senza nessuna fatica.

E davvero in poco tempo daremo una struttura dotata di senso al nostro brano, comprendendo sia come concludere il brano con una forma di stabilità che al contrario con un senso di sospensione.

Due semplici scelte, basate su calcoli essenziali, danno un ventaglio ampio di atmosfere da veicolare col proprio brano.

Procediamo poi verso forme meno essenziali di armonizzazione, uscendo dai rigidi confini che ci siamo imposti e lanciandoci nel mondo del cromatismo con triadi aumentate, triadi diminuite e accordi di settima.

Tutto questo, sempre, con il fermo obiettivo di comporre musica efficace. Non musica sperimentale, non musica innovativa. Musica competente e che può essere orchestrata facilmente per diventare una buona colonna sonora.

Susanna

Conosci meglio Susanna Quagliariello

Compositore / produttore cinematografico / autore pubblicato. Laurea in Storia e Critica del Cinema, master di alta formazione, licenza triennale di conservatorio, diploma specialistico di composizione e orchestrazione per musica da film. Amministratore VFX Wizard e direttore della scuola online.

Armonizzare un brano: l'analisi del contesto armonico video

01. Armonizzare un brano: l'analisi del contesto armonico Durata: 3m 33s

Un primo risultato: costruisci le triadi a partire dalla melodia video

02. Un primo risultato: costruisci le triadi a partire dalla melodia Durata: 4m 44s

Analisi della prima armonizzazione video

03. Analisi della prima armonizzazione Durata: 3m 03s

La seconda armonizzazione: le note della melodia come terza e quinta della triade video

04. La seconda armonizzazione: le note della melodia come terza e quinta della triade Durata: 4m 27s

Come rendere atmosfere diverse con armonizzazioni diverse video

05. Come rendere atmosfere diverse con armonizzazioni diverse Durata: 4m 07s

Gestire il mood e ridare interesse a un passaggio grazie alla riarmonizzazione video

06. Gestire il mood e ridare interesse a un passaggio grazie alla riarmonizzazione Durata: 3m 06s

Terza armonizzazione: usare gli accordi di settima per ottenere più movimento e ricchezza sonora video

07. Terza armonizzazione: usare gli accordi di settima per ottenere più movimento e ricchezza sonora Durata: 3m 46s

Come usare accordi non diatonici per cambiare l'atmosfere di un brano video

08. Come usare accordi non diatonici per cambiare l'atmosfere di un brano Durata: 3m 52s

Analisi della terza armonizzazione: scegliere gli accordi video

09. Analisi della terza armonizzazione: scegliere gli accordi Durata: 2m 40s

Terza armonizzazione: aumentare il senso di movimento di un brano video

10. Terza armonizzazione: aumentare il senso di movimento di un brano Durata: 3m 28s

Usa gli accordi in stato di Rivolto per gestire il movimento delle parti video

11. Usa gli accordi in stato di Rivolto per gestire il movimento delle parti Durata: 5m 18s

Usare i Rivolti degli accordi per gestire meglio la linea di basso di un brano video

12. Usare i Rivolti degli accordi per gestire meglio la linea di basso di un brano Durata: 2m 46s

I Rivolti degli Accordi di Settima: una variante alla terza armonizzazione video

13. I Rivolti degli Accordi di Settima: una variante alla terza armonizzazione Durata: 3m 56s

Come scegliere l'armonizzazione più efficace per un brano e esempi di accordi enarmonici video

14. Come scegliere l'armonizzazione più efficace per un brano e esempi di accordi enarmonici Durata: 4m 45s

Recap: armonizzare un brano e scegliere le soluzioni più efficaci in base all’obiettivo da raggiungere video

15. Recap: armonizzare un brano e scegliere le soluzioni più efficaci in base all’obiettivo da raggiungere Durata: 4m 47s

Usare le progressioni come guida per comporrre brani efficaci: due esempi video

16. Usare le progressioni come guida per comporrre brani efficaci: due esempi Durata: 2m 57s

I vantaggi di un brano organizzato correttamente: facile da ricordare e da interpretare video

17. I vantaggi di un brano organizzato correttamente: facile da ricordare e da interpretare Durata: 5m 17s

Come usare una progressione per capire cosa non va in un brano video

18. Come usare una progressione per capire cosa non va in un brano Durata: 5m 02s

La Progressione del Circolo delle Quinte: un breve recap video

19. La Progressione del Circolo delle Quinte: un breve recap Durata: 3m 54s

La Cadenza V-I e il ruolo di Tonica e Dominante video

20. La Cadenza V-I e il ruolo di Tonica e Dominante Durata: 5m 09s

Ricostruiamo la progressione passo dopo passo I video

21. Ricostruiamo la progressione passo dopo passo I Durata: 2m 36s

Ricostruiamo la progressione passo dopo passo II video

22. Ricostruiamo la progressione passo dopo passo II Durata: 3m 50s

Il ruolo del Settimo grado video

23. Il ruolo del Settimo grado Durata: 4m 15s

Il movimento vii°-V-I video

24. Il movimento vii°-V-I Durata: 4m 24s

Il Quarto grado, la Cadenza Plagale e il Gospel video

25. Il Quarto grado, la Cadenza Plagale e il Gospel Durata: 5m 23s

Cadenza Plagale Doppia e Progressione Plagale Mista video

26. Cadenza Plagale Doppia e Progressione Plagale Mista Durata: 4m 51s

La Cadenza di Inganno video

27. La Cadenza di Inganno Durata: 3m 34s

Le aspettative in musica e il movimento iii-IV video

28. Le aspettative in musica e il movimento iii-IV Durata: 4m 23s

La Progressione nel Modo Minore video

29. La Progressione nel Modo Minore Durata: 3m 55s

Il ruolo dell'accordo sul III grado nel Modo Minore video

30. Il ruolo dell'accordo sul III grado nel Modo Minore Durata: 3m 43s

VII e III grado e il ruolo della relativa maggiore in una tonalità minore video

31. VII e III grado e il ruolo della relativa maggiore in una tonalità minore Durata: 3m 58s

Arricchire la progressione usando triadi meno usate, accordi di Settima e Rivolti video

32. Arricchire la progressione usando triadi meno usate, accordi di Settima e Rivolti Durata: 3m 45s

La Pop-Punk Progression video

33. La Pop-Punk Progression Durata: 3m 09s

I successi della Pop-Punk Progression video

34. I successi della Pop-Punk Progression Durata: 4m 40s

Il Ritmo Armonico e le varianti allo schema di una progressione video

35. Il Ritmo Armonico e le varianti allo schema di una progressione Durata: 2m 35s

Dal Songwriting alla Soundtrack: trasformiamo la Pop-Punk Progression video

36. Dal Songwriting alla Soundtrack: trasformiamo la Pop-Punk Progression Durata: 4m 29s

La “Female Sensitive Progression”: una definizione problematica video

37. La “Female Sensitive Progression”: una definizione problematica Durata: 4m 17s

La formulazione corretta della Female Sensitive Progression e il problema delle fonti gratuite video

38. La formulazione corretta della Female Sensitive Progression e il problema delle fonti gratuite Durata: 5m 00s

Perché la Sensitive Female Progression è così efficace per l'atmosfera eroica video

39. Perché la Sensitive Female Progression è così efficace per l'atmosfera eroica Durata: 3m 16s

La Sensitive Female Progression appartiene all'atmosfera del Modo Maggiore? video

40. La Sensitive Female Progression appartiene all'atmosfera del Modo Maggiore? Durata: 3m 21s

La Sensitive Female Progression appartiene all'atmosfera del Modo Minore? video

41. La Sensitive Female Progression appartiene all'atmosfera del Modo Minore? Durata: 3m 48s

La terza via: la formula aFCG video

42. La terza via: la formula aFCG Durata: 2m 32s

La situazione dello scontro epico (guarda su YouTube il trailer di Noah – 2014) video

43. La situazione dello scontro epico (guarda su YouTube il trailer di Noah – 2014) Durata: 4m 59s

L'elemento dello Scontro e la musica da Trailer video

44. L'elemento dello Scontro e la musica da Trailer Durata: 4m 49s

Creatività e schemi per lavori di successo, nella musica e nello storytelling video

45. Creatività e schemi per lavori di successo, nella musica e nello storytelling Durata: 3m 35s

Come ricavare da una stessa progressione risultati completamente diversi video

46. Come ricavare da una stessa progressione risultati completamente diversi Durata: 5m 39s

Recap: un viaggio dai successi del Pop a quelli delle Soundtrack video

47. Recap: un viaggio dai successi del Pop a quelli delle Soundtrack Durata: 3m 53s

Teoria Musicale: ancora sulle progressioni

Progressioni del Modo Maggiore I video

48. Progressioni del Modo Maggiore I Durata: 4m 06s
Mettiamo in pratica quanto studiato a proposito delle Settime del Modo Minore con qualche esempio di Progressione. Tra le Settime che abbiamo studiato selezioniamo un ulteriore sottoinsieme. Troviamo proprio queste ultime nella struttura di progressioni particolarmente diffuse in musica, delle quali analizziamo un primo esempio.

Progressioni del Modo Maggiore II video

49. Progressioni del Modo Maggiore II Durata: 4m 38s
Come già detto a proposito delle progressioni individuate nel Modo Maggiore, per il momento non ci occupiamo del Ritmo Armonico, cioè sul ritmo più o meno veloce al quale cambiano gli accordi. Analizziamo allora l'effetto della prima delle nostre Progressioni, studiandone la formazione e la sonorità che ne deriva.

Progressioni del Modo Maggiore III video

50. Progressioni del Modo Maggiore III Durata: 4m 12s
Completiamo i nostri esempi soffermandoci in particolare sull'ultimo, una progressione perfetta per un finale drammatico. Nell'accordo finale utilizziamo poi un dispositivo tipico dell'orchestrazione classica: il raddoppio. Infine ci prendiamo qualche istante per una considerazione artistica. Come spesso abbiamo osservato nel corso dei nostri esempi, si tratta di formule semplici ma che hanno un grande effetto: in musica spesso la semplicità vince.

Studiare le Progressioni I video

51. Studiare le Progressioni I Durata: 4m 42s
Studiando le progressioni potremo capire meglio i dispositivi musicali che funzionano di più e di conseguenza potremo scrivere dei brani migliori. Vediamo allora come analizzare gli elementi fondamentali della struttura armonica di un brano. Facciamo anzitutto riferimento alla tonalità del brano o del passaggio e in base a questo scopriamo su che grado sono costruiti gli accordi che formano la nostra progressione.

Le Cadenze I video

52. Le Cadenze I Durata: 4m 21s
La nostra analisi armonica ruota su due punti: il movimento delle fondamentali e l'analisi del grado occupato da queste fondamentali nei confronti della tonalità di riferimento. Partiamo dal movimento più importante dell'armonia tonale, quello Dominante-Tonica. È un movimento che segue da vicino il nostro modo di parlare, e ha la stessa funzione all'interno del fraseggio musicale.

Le Cadenze II video

53. Le Cadenze II Durata: 3m 40s
Vediamo quando una cadenza si può definire Autentica Perfetta e analizziamo degli esempi pratici. Per farlo, prendiamo confidenza con i nomi delle parti di un accordo, e con il loro legame diretto con la musica corale. Ascoltiamo poi gli esempi analizzati per sentire la sonorità tipica di questo movimento armonico così importante.

Le Cadenze III video

54. Le Cadenze III Durata: 5m 04s
Un altro esempio di Cadenza è quella nella quale il basso sale di una quarta anziché scendere di una quinta. Analizziamo degli esempi di Cadenza Autentica Imperfetta, uno nel quale l'accordo finale è allo stato di rivolto, l'altro con la nota del soprano con nota diversa dal basso. Come ogni volta, studiamo tutto non solo attraverso l'impianto teorico, ma anche ascoltando le sonorità legate a ciascun tipo di soluzione armonica.

Recap: Le Cadenze video

55. Recap: Le Cadenze Durata: 3m 24s
In queste ultime lezioni abbiamo parlato di Progressione nel senso di una successione organizzata di accordi, che può dare coerenza interna e conferire interesse ai nostri brani. Abbiamo quindi analizzato un dispositivo fondamentale attorno a cui ruotano le progressioni e l'armonia tonale in generale, cioè il movimento dominante-tonica. Infine abbiamo visto in pratica che cos'è una Cadenza, come traduca in musica il modo in cui parliamo e... come riesca sempre a incastrare Roger Rabbit.

Progressione di Quinte del Modo Maggiore I video

56. Progressione di Quinte del Modo Maggiore I Durata: 4m 14s
Rivediamo il movimento dominante-tonica per costruire una progressione diatonica all'interno del Modo maggiore. Per fare questo visualizziamo le note del basso di una cadenza e costruiamo attorno ad esse una progressione nella quale ogni triade cada sulla triade successiva seguendo lo stesso rapporto. Analizziamo poi il grado della triade così individuata per conoscerne la qualità, servendoci del nostro schema di triadi diatoniche del Modo Maggiore.

Progressione di Quinte del Modo Maggiore II video

57. Progressione di Quinte del Modo Maggiore II Durata: 4m 22s
Abbiamo così costruito una completa successione di accordi regolati dal rapporto di quinta. Si tratta di un percorso alla base di una vastissima produzione musicale, con infinite varianti in termini di struttura e ritmo armonico. La progressione che abbiamo appena analizzato ci riporta al Circolo delle Quinte visto all'inizio del nostro percorso: scopriamo così che la visualizzazione del Circolo, che all'inizio ci è servita come punto di riferimento per le relazioni tra le scale e le loro alterazioni, ora può servirci anche per comprendere meglio la struttura armonica di un brano.

Recap: Progressione di Quinte del Modo Maggiore III video

58. Recap: Progressione di Quinte del Modo Maggiore III Durata: 4m 28s
Rivediamo i concetti principali affrontati nelle ultime lezioni: sulla cadenza V-I si può costruire una progressione che proceda per quinte discendenti. Altre possibili variazioni di questa progressione sono quelle che iniziano su un grado qualsiasi della progressioni stessa e poi proseguono fino alla fine dello schema. Nella nostra visualizzazione sottolineiamo l'elemento dinamico della progressione, una forza armonica che spinge il discorso musicale dall'inizio, allo sviluppo, alla fine.

Progressione di Quinte del Modo Minore I video

59. Progressione di Quinte del Modo Minore I Durata: 4m 01s
Possiamo replicare lo stesso movimento dominante-tonica nell'ambito del Modo Minore, adattando la qualità delle triadi a quelle diatoniche unita sul secondo grado. In base al confronto con lo specchietto delle triadi più usate nel Modo Minore, segniamo la qualità di questa triade come diminuita.

Progressione di Quinte del Modo Minore II video

60. Progressione di Quinte del Modo Minore II Durata: 3m 48s
La triade costruita sul secondo grado della Scala Minore si trova più spesso in stato di primo rivolto. Aggiungiamo alla nostra progressione il sesto grado e poi il terzo. Nel Modo Minore possiamo trovare le triadi sul terzo, sesto e secondo grado anche, rispettivamente, come triadi aumentata, diminuita e minore in stato fondamentale.

Progressione di Quinte del Modo Minore III video

61. Progressione di Quinte del Modo Minore III Durata: 3m 42s
Aggiungiamo un ulteriore anello alla nostra progressione diatonica, la triade maggiore costruita sul settimo grado di una scala minore. Osserviamo come in questo caso facciamo riferimento a un basso che è la sottotonica, e non la sensibile, della tonica di riferimento. Come già visto per la catena costruita all'interno del Modo Minore, il modello che abbiamo costruito nel Minore vale come schema di riferimento per innumerevoli brani e variazioni.

Recap: Progressione di Quinte del Modo Minore video

62. Recap: Progressione di Quinte del Modo Minore Durata: 2m 59s
All'interno della progressione che abbiamo costruito, l'accordo di tonica ha la possibilità di legarsi a qualunque altra triade. Rivediamo la nostra progressione alla luce dello schema già costruito per il Modo Maggiore, con il ruolo centrale affidato alla triade costruito sulla tonica. Rivediamo la qualità delle triadi e sottolineiamo il ruolo della triade di sottotonica che tipicamente si lega alla mediante.

Materiale didattico

Nessun file
.