...

Come scrivere un jingle — 6h 16m 0s

Come scrivere un jingle pubblicitario

Scriviamo musica per un jingle pubblicitario

Non c’è modo migliore per imparare del fare pratica sul campo.

Iniziamo subito con un progetto facile ma gratificante, la creazione della semplice musica per un “ident” pubblicitario.

Anche se nel linguaggio comune parliamo di “jingle” pubblicitario, esistono differenze molto precise nell’ambito della produzione musicale. Tutte quante hanno la stessa finalità pubblicitaria o – più esattamente – di creazione dell’immagine, ma la forma cambia in modo sostanziale. Questi sono i generi principali:

  • Jingle Termine generico che può riassumere quasi tutti i formati. Sarebbe opportuno riservarlo a composizioni molto brevi ma con una melodia riconoscibile e catchy, orecchiabile, che cattura l’attenzione.
  • Ident Lo tratteremo approfonditamente nelle lezioni, è simile al jingle ma ha un campo di applicazione più preciso e ristretto. Lo associamo tipicamente a una grafica animata o a un logo (e spesso al claim o slogan).
  • Bumper Si differenzia da jingle e ident perché ha una funzione preparatoria, come dice il nome (“bump” significa urto, ma anche spinta in avanti). In campo televisivo il bumper è quel momento di musica appena prima che le immagini sfumino al nero per la pausa pubblicitaria (qualcosa che – in Italia – raramente riusciamo a comprendere, perché non vengono rispettate le pause previste dalla produzione originale).
  • Stinger Anche se negli ultimi anni il termine è stato sempre più associato al mondo dei DJ e anche dei podcast, perdendo molto della musicalità, lo stinger (letteralmente il “pungiglione”) è antico come lo squillo di trombe nel medioevo. Serve a richiamare l’attenzione e veniva usato già negli anni ’30 durante le pubblicità dei radiodrammi. Rispetto a quello che consideriamo un jingle è più d’atmosfera e non necessariamente una melodia orecchiabile.
  • Drop Non appartiene formalmente ai jingle pubblicitari, anche se assolve una funzione simile. È appannaggio del mondo dei DJ e delle produzioni elettroniche o sperimentali, può essere considerato un “Ident” che sostituisce alla musica sonorità elettroniche o di sound design, qualche volta anche vintage o lo-fi.
  • Ramp (talvolta, impropriamente, “sweeper”) è un sottofondo musicale che riunisce caratteristiche praticamente da tutti i generi descritti finora. Difficile trovarne una versione “pura”: il contesto ne determina il formato e una ramp usata in un’esibizione live sarà ben diversa da quella di uno spot pubblicitario. Il termine “ramp” comunque rende bene l’idea: è un piano inclinato, una occasione per introdurre un’idea musicale o di sound design che rimanga memorabile.

In questa settimana faremo pratica con la creazione di un semplice, ma efficace, “Ident”. È estremamente utile perché possiamo spendere subito quello che impariamo, e oggi il mercato è pieno di occasioni dove un Ident trova il suo posto: dalla costosissima operazione di branding della grande azienda al canale YouTube di qualche intraprendente creatore di contenuti multimediali.

Cosa è un Ident Pubblicitario

L’”ident”, abbreviazione di identifier ha una lunga storia alle proprie spalle. Nasce negli Stati Uniti come un requisito per le emittenti radiofoniche e poi televisive, che devono – appunto – identificarsi a intervalli regolari durante la programmazione.

Ma poiché gli USA sono la terra delle opportunità, quello che era un noioso adempimento viene rapidamente trasformato dai broadcaster in uno strumento di marketing e fidelizzazione degli spettatori.

Nasce quindi questo format, che in breve tempo diventa popolare e viene adoperato ancora più spesso di quanto sarebbe necessario in base ai regolamenti della FCC (la Federal Communications Commission).

Oggi, quasi tutti i loghi delle case di produzione che compaiono all’inizio di un film, sono molto simili per struttura visiva e musicale al format classico degli “ident”. E quale può essere il modo migliore per iniziare a imparare la composizione delle colonne sonore, se non partire appunto da quello che si trova all’inizio di un film, precisamente in quei piccoli frammenti che identificano le diverse case di produzione?

Inoltre, per chi studia composizione, fare pratica con gli ”ident” è un’esperienza didattica ideale:

  • Non richiede conoscenze formali di musica
  • È breve, e quindi può essere portato a termine in poco tempo
  • Permette di fare pratica con le basi della musica digitale
  • Deve possedere una personalità, essere immediatamente riconoscibile
  • È persino immediatamente spendibile come competenza, pochi secondi di musica essenziale sono sicuramente più semplici di una lunga scena con musica orchestrale

A dire il vero, anche per comporre la musica un breve “ident” sarebbe in realtà necessario conoscere un po’ di teoria. O, perlomeno, aiuterebbe molto nell’ottenere il risultato più efficace nel minor tempo possibile.

Però questo corso si rivolge a tutti, anche a chi non possiede nessuna conoscenza di teoria musicale, e quindi iniziamo con dolcezza a districarci tra tecnologia e arte musicale, applicando semplicemente delle regole di base, senza pretendere di comprenderle – almeno per adesso.

Il risultato è un breve frammento musicale che funziona, e che può anche diventare in futuro lo spunto per una composizione più elaborata.

Questa è anche una ottima occasione per scoprire quanto la tecnologia ci semplifichi la vita e dare un primo sguardo a scale e modi, che costituiscono uno dei punti fermi della composizione di musica destinata a suscitare emozioni specifiche.

Dedichiamo il resto della settimana a formalizzare le nostre conoscenze dei sequencer, prendendo sempre più la mano con gli strumenti che adoperiamo in modo da poter affrontare senza indugi il prossimo progetto.

Susanna

Conosci meglio Susanna Quagliariello

Compositore / produttore cinematografico / autore pubblicato. Laurea in Storia e Critica del Cinema, master di alta formazione, licenza triennale di conservatorio, diploma specialistico di composizione e orchestrazione per musica da film. Amministratore VFX Wizard e direttore della scuola online.

Progetto Pratico: Scrivere un Jingle

Il progetto di questa settimana: descrizione e contesto video

01. Il progetto di questa settimana: descrizione e contesto Durata: 7m 30s
Vediamo cosa realizzeremo questa settimana, scoprendo cosa è un Ident, quante forme può assumere (comprese quelle che richiedono un minuto per essere prodotte) e perché è un genere potenzialmente redditizio.

Introduzione alle Scale per non musicisti video

02. Introduzione alle Scale per non musicisti Durata: 1m 28s
Se conosci già scale e modi puoi saltare questa e la prossima video lezione.

Utilità delle Scale e come i Sequencer aiutano video

03. Utilità delle Scale e come i Sequencer aiutano Durata: 2m 15s

Il progetto passo-passo con Logic Pro X

Organizziamo il lavoro: impostiamo il timecode SMPTE e i Marker video

04. Organizziamo il lavoro: impostiamo il timecode SMPTE e i Marker Durata: 3m 59s

Solfeggiare il video: come trovare il BPM più efficace per un video video

05. Solfeggiare il video: come trovare il BPM più efficace per un video Durata: 4m 33s

Come abbozzare una melodia: studiare le immagini e improvvisare video

06. Come abbozzare una melodia: studiare le immagini e improvvisare Durata: 2m 28s

Sperimentare Ritmi diversi e scrivere la Melodia che hai improvvisato video

07. Sperimentare Ritmi diversi e scrivere la Melodia che hai improvvisato Durata: 4m 21s

Comporre i segmenti sui Marker e riempire i vuoti video

08. Comporre i segmenti sui Marker e riempire i vuoti Durata: 3m 58s

La Composizione: un processo non lineare di Tecnica e Musica video

09. La Composizione: un processo non lineare di Tecnica e Musica Durata: 4m 59s

Inizia dalla fine: parti dall'ultima nota per completare la linea melodica video

10. Inizia dalla fine: parti dall'ultima nota per completare la linea melodica Durata: 3m 02s

Scegli lo strumento virtuale per completare il progetto video

11. Scegli lo strumento virtuale per completare il progetto Durata: 5m 07s

Aggiungere gli accordi e una linea di basso video

12. Aggiungere gli accordi e una linea di basso Durata: 4m 16s

Cambiare altezza e dinamica delle note per esprimere meglio il carattere del video  video

13. Cambiare altezza e dinamica delle note per esprimere meglio il carattere del video Durata: 3m 35s

Come modificare il Tempo per seguire meglio le immagini video

14. Come modificare il Tempo per seguire meglio le immagini Durata: 5m 01s

Compensare le modifiche ai valori di Tempo video

15. Compensare le modifiche ai valori di Tempo Durata: 2m 25s

Riesaminare le scelte di Strumenti Virtuali, Marker, Tempo, Armonia video

16. Riesaminare le scelte di Strumenti Virtuali, Marker, Tempo, Armonia Durata: 2m 57s

A cosa serve selezionare una Scala per scrivere un brano video

17. A cosa serve selezionare una Scala per scrivere un brano Durata: 4m 25s

Cos'è e come funziona lo Scale Quantize di Logic Pro X video

18. Cos'è e come funziona lo Scale Quantize di Logic Pro X Durata: 6m 09s

La Scala Misolidia: come si costruisce e per quale atmosfera usarla video

19. La Scala Misolidia: come si costruisce e per quale atmosfera usarla Durata: 3m 54s

Modificare una melodia con una Scala diversa video

20. Modificare una melodia con una Scala diversa Durata: 3m 42s

La versione Misolidia dell'Ident: meno familiare e più affascinante video

21. La versione Misolidia dell'Ident: meno familiare e più affascinante Durata: 4m 37s

Modificare il Voicing degli accordi per cambiare l'equilibrio sonoro di un brano video

22. Modificare il Voicing degli accordi per cambiare l'equilibrio sonoro di un brano Durata: 1m 54s

Aggiungiamo variazioni di tempo nella seconda versione dell'Ident video

23. Aggiungiamo variazioni di tempo nella seconda versione dell'Ident Durata: 2m 34s

Una parodia che ti dimostra l’efficacia delle scale video

24. Una parodia che ti dimostra l’efficacia delle scale Durata: 2m 12s

Il progetto passo-passo con Cubase

Progetto Ident: impostiamo video e strumenti virtuali video

25. Progetto Ident: impostiamo video e strumenti virtuali Durata: 4m 48s

La finestra del Pool, uno strumento per organizzare il materiali audio e video video

26. La finestra del Pool, uno strumento per organizzare il materiali audio e video Durata: 2m 20s

Posizionare i Marker per fissare i punti principali del Video video

27. Posizionare i Marker per fissare i punti principali del Video Durata: 2m 52s

Sottolineare i dettagli del video video

28. Sottolineare i dettagli del video Durata: 3m 26s

Come ancorare i Marker al Video video

29. Come ancorare i Marker al Video Durata: 4m 02s

Ancorare Timecode e Battute e solfeggiare il video per individuare il giusto BPM video

30. Ancorare Timecode e Battute e solfeggiare il video per individuare il giusto BPM Durata: 5m 49s

Come improvvisare una melodia e scriverla sul Piano Roll video

31. Come improvvisare una melodia e scriverla sul Piano Roll Durata: 4m 29s

Scrivere la corretta Durata delle note prendendo il Metronomo come riferimento video

32. Scrivere la corretta Durata delle note prendendo il Metronomo come riferimento Durata: 4m 00s

Come comporre una melodia che segua tutti i Marker video

33. Come comporre una melodia che segua tutti i Marker Durata: 5m 50s

Provare versioni alternative alla ricerca della sintesi tra Tecnica e Musica video

34. Provare versioni alternative alla ricerca della sintesi tra Tecnica e Musica Durata: 4m 23s

Componiamo l'ultima parte del brano e analizziamo il risultato video

35. Componiamo l'ultima parte del brano e analizziamo il risultato Durata: 7m 02s

Come scegliere lo strumento virtuale più efficace per un brano video

36. Come scegliere lo strumento virtuale più efficace per un brano Durata: 3m 53s

Cercare la combinazione di suoni adatta video

37. Cercare la combinazione di suoni adatta Durata: 4m 46s

Aggiungere un'armonia e modificare la Traccia Tempo video

38. Aggiungere un'armonia e modificare la Traccia Tempo Durata: 5m 37s

Come modificare correttamente la Traccia Tempo video

39. Come modificare correttamente la Traccia Tempo Durata: 4m 14s

Scegliere una Scala per comporre brani più efficaci video

40. Scegliere una Scala per comporre brani più efficaci Durata: 6m 12s

Costruire una Scala senza teoria con il MIDI Modifiers video

41. Costruire una Scala senza teoria con il MIDI Modifiers Durata: 4m 49s

Scegliere scale diverse col MIDI Modifiers video

42. Scegliere scale diverse col MIDI Modifiers Durata: 4m 54s

Usare la Scala Misolidia per un'atmosfera più originale video

43. Usare la Scala Misolidia per un'atmosfera più originale Durata: 4m 30s

La seconda versione dell'Ident con il cambiamento di Strumento Virtuale, Tempo e Armonia video

44. La seconda versione dell'Ident con il cambiamento di Strumento Virtuale, Tempo e Armonia Durata: 3m 32s

Possibili problemi con i MIDI Modifiers e considerazioni finali sul progetto Ident video

45. Possibili problemi con i MIDI Modifiers e considerazioni finali sul progetto Ident Durata: 4m 40s

La parodia non allegra che dimostra l’efficacia delle scale video

46. La parodia non allegra che dimostra l’efficacia delle scale Durata: 2m 40s

Due Ident in Realtime

Introduzione alle Session video

47. Introduzione alle Session Durata: 6m 46s
Segui queste lezioni solo se hai già esperienza, altrimenti torna a seguirle dopo il secondo mese.

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile I video

48. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile I Durata: 5m 07s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile II video

49. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile II Durata: 2m 59s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile III video

50. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile III Durata: 3m 22s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile IV video

51. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile IV Durata: 3m 06s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile V video

52. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile V Durata: 3m 55s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VI video

53. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VI Durata: 4m 09s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VII video

54. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VII Durata: 5m 52s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VIII video

55. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile VIII Durata: 4m 11s

Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile IX video

56. Session di composizione in tempo reale #1: Ident facile IX Durata: 3m 54s

Session Realtime #2: Ident Magico I video

57. Session Realtime #2: Ident Magico I Durata: 3m 28s

Session Realtime #2: Ident Magico II video

58. Session Realtime #2: Ident Magico II Durata: 2m 23s

Session Realtime #2: Ident Magico III video

59. Session Realtime #2: Ident Magico III Durata: 4m 21s

Session Realtime #2: Ident Magico IV video

60. Session Realtime #2: Ident Magico IV Durata: 3m 58s

Session Realtime #2: Ident Magico V video

61. Session Realtime #2: Ident Magico V Durata: 2m 23s

Session Realtime #2: Ident Magico VI video

62. Session Realtime #2: Ident Magico VI Durata: 4m 48s

Session Realtime #2: Ident Magico VII video

63. Session Realtime #2: Ident Magico VII Durata: 5m 01s

Session Realtime #2: Ident Magico VIII video

64. Session Realtime #2: Ident Magico VIII Durata: 5m 14s

Session Realtime #2: Ident Magico IX video

65. Session Realtime #2: Ident Magico IX Durata: 2m 30s

Session Realtime #2: Ident Magico X video

66. Session Realtime #2: Ident Magico X Durata: 4m 28s

Session Realtime #2: Ident Magico XI video

67. Session Realtime #2: Ident Magico XI Durata: 4m 11s

Session Realtime #2: Ident Magico XII video

68. Session Realtime #2: Ident Magico XII Durata: 3m 54s

Session Realtime #2: Ident Magico XIII video

69. Session Realtime #2: Ident Magico XIII Durata: 5m 19s

Session Realtime #2: Ident Magico XIV video

70. Session Realtime #2: Ident Magico XIV Durata: 4m 31s

Session Realtime #2: Ident Magico XV video

71. Session Realtime #2: Ident Magico XV Durata: 6m 01s

Teoria Musicale

Leggere le note video

72. Leggere le note Durata: 3m 56s
Il sistema di notazione che usiamo è un metodo utilissimo non solo per esprimere le nostre idee musicali, ma anche per chiarire a sé stessi quello si sta facendo mentre si compone. Imparare a leggere le note ci aiuterà quindi non solo a esprimerci, ma anche a comporre brani più efficaci.

Le Chiavi video

73. Le Chiavi Durata: 3m 54s
L'indicazione di chiave ci permette di interpretare correttamente le note e associarle ai suoni giusti. Le chiavi sulle quali ci concentreremo sono le due più usate in assoluto: la chiave di Violino e quella di Basso. Sentiamo il suono delle note dell'ottava centrale e vediamo cosme sono scritte in chiave di Violino.

Note negli spazi e note sui righi video

74. Note negli spazi e note sui righi Durata: 3m 10s
Un modo per imparare più velocemente a leggere le note è quello di vedere se una nota è scritta su un rigo oppure all'interno di uno spazio. In questo modo le note scritte sul pentagramma si dividono in due gruppi, e diventa più semplice memorizzare e richiamarne velocemente il nome.

Recap: Chiavi e Note video

75. Recap: Chiavi e Note Durata: 4m 03s
Ripetiamo brevemente l'analisi delle note in chiave di Violino e aggiungiamo che un elemento importante per la notazione è la posizione del Do Centrale, che viene usato anche come punto di riferimento quando si parla dell'estensione di uno strumento.

La Chiave di Basso video

76. La Chiave di Basso Durata: 4m 07s
Se sai leggere le note in chiave di Violino, ti sarà semplice leggere in Chiave di Basso con un semplice esercizio di visualizzazione. L'elemento essenziale per imparare a leggere le note è esercitarsi: vediamo un modo molto semplice su come farlo ogni giorno.

I Tagli Addizionali I video

77. I Tagli Addizionali I Durata: 4m 18s
Perché usare più chiavi? Il motivo è che usando chiavi diverse possiamo rappresentare note di qualunque altezza in modo chiaro, senza cioè allontanarci troppo dal pentagramma. Per rappresentare note al di sopra o al di sotto del pentagramma, usiamo i Tagli Addizionali, che sono di fatto un prolungamento del pentagramma stesso.

I Tagli Addizionali II video

78. I Tagli Addizionali II Durata: 4m 05s
Continuiamo lo studio dei Tagli Addizionali, con i quali troviamo, invece dell'alternanza tra note sul rigo e note negli spazi, un'alternanza tra note con taglio in gola e note con taglio in testa. Vediamo come si usano per rappresentare note al di sotto del pentagramma. Quando i Tagli sono troppi compromettono la leggibilità delle note, ed è allora che scopriamo l'utilità di poter cambiare Chiave.

I Tagli Addizionali III video

79. I Tagli Addizionali III Durata: 2m 50s
Vediamo come si leggono i tagli addizionali quando sono posti al di sopra del pentagramma. Il principio è lo stesso visto prima: a note col taglio in gola si alternano note col taglio in testa. Anche in questo caso, quando i tagli diventano troppi e complicano la lettura, può essere più comodo cambiare chiave.

Indicazioni di Chiave e Ottava I video

80. Indicazioni di Chiave e Ottava I Durata: 4m 57s
Come si passa da una chiave all'altra nella pratica? Vediamo un esempio di partitura nella quale, per evitare di usare troppi Tagli Addizionali, passiamo dalla chiave di Violino a quella di Basso. Come sempre, il passaggio da una chiave all'altra ha lo scopo di scrivere le note nel modo più chiaro possibile.

Indicazioni di Chiave e Ottava II video

81. Indicazioni di Chiave e Ottava II Durata: 4m 28s
Nel passaggio da una chiave all'altra devi gestire anche il cambio di lettura delle note: vediamo un esempio di passaggio dal Violino al Basso. Quando invece hai bisogno di scrivere note troppo acute per la chiave di Violino o troppo gravi per quella di Basso ti vengono in aiuto le Indicazioni di Ottava: studiamo un esempio pratico per capirne il funzionamento.

Indicazioni di Chiave e Ottava III video

82. Indicazioni di Chiave e Ottava III Durata: 4m 16s
L'indicazione di ottava può essere posta per un'intero brano o sezione di brano, o anche solo per poche battute. Così come la sigla 8va indica che le note vanno eseguite un'ottava sopra, così la sigla 8vb indica che le note vanno eseguite all'ottava inferiore.

Il Setticlavio I video

83. Il Setticlavio I Durata: 4m 12s
Leggere altre chiavi oltre a quelle più usate di Violino e Basso è importante per gestire le partiture degli strumenti orchestrali, che sono un elemento insostituibile della musica per immagini di ogni tempo. Il Setticlavio è il sistema di sette chiavi ed è legato alla tradizione della musica corale.

Il Setticlavio II video

84. Il Setticlavio II Durata: 4m 32s
Le chiavi usate ancora oggi nelle partiture orchestrali sono, oltre a quella di Violino e Basso, quella di Contralto, Tenore e Soprano. La chiave di Contralto fa parte delle chiavi di Do ed è legata alla Viola.

Il Setticlavio III video

85. Il Setticlavio III Durata: 3m 29s
La chiave di Tenore è un'altra tra le chiavi di Do. È legata alla notazione di strumenti come il Fagotto e il Trombone quando questi strumenti non usano la chiave di Basso. Sono chiavi di Do anche Soprano e Mezzosoprano: vediamo brevemente come leggerle.

Il Setticlavio IV video

86. Il Setticlavio IV Durata: 2m 58s
L'ultima chiave di cui ci occupiamo è quella di Baritono. Pur non essendo più usata e di difficile lettura, è interessante perché ci permette di sottolineare la differenza tra i gruppi di chiavi. Una versione meno usata della chiave di Baritono era infatti in chiave di Do, quella più usata in chiave di Fa.

Il Sistema di Notazione Anglosassone I video

87. Il Sistema di Notazione Anglosassone I Durata: 5m 46s
Il sistema di notazione più usato al mondo è quello anglosassone, che esprime con una sigla la nota e l'ottava di appartenenza: vediamo con un semplice esempio come funziona. Una prima differenza di questo sistema è che la sequenza di note (A, B, C...) inizia con il La (A) e non con il Do (C). Questo non deve stupirti, visto che il La è un importante punto di riferimento, ad esempio nell'accordatura degli strumenti.

Il Sistema di Notazione Anglosassone II video

88. Il Sistema di Notazione Anglosassone II Durata: 3m 01s
Imparare da subito il sistema di notazione anglosassone è fondamentale: per comunicare con artisti di tutto il mondo, per sfruttare le risorse dei siti web musicali, per leggere gli accordi di una canzone che vuoi suonare. Questo sistema usa una lettera per indicare la nota e un numero per indicare l'ottava di appartenenza. Per questo corso di composizione musicale digitale useremo la sigla C3 per indicare il Do centrale.

Il Sistema di Notazione Anglosassone III video

89. Il Sistema di Notazione Anglosassone III Durata: 2m 40s
Decidere la sigla per il Do centrale condiziona il nome di tutte le ottave precedenti e seguenti. Questo è il motivo per cui questo corso adotta la corrispondenza usata dai software di musica digitale. Una seconda caratteristica che sulle prime potrebbe disorientarti è che il numero dell'ottava cambia a livello del Do (C) e non a livello del La (A).

Alterazioni e Enarmonici I video

90. Alterazioni e Enarmonici I Durata: 3m 58s
Per identificare con precisione i tasti di una tastiera facciamo ricorso ai concetti di diesis e bemolle. In questo modo ogni tasto potrà essere individuato da almeno due nomi: è il concetto di Enarmonico.

Alterazioni e Enarmonici II video

91. Alterazioni e Enarmonici II Durata: 2m 14s
Abbiamo chiarito fin qui che per interpretare i tasti neri facciamo riferimento a Bemolli e Diesis. Ma Bemolli e Diesis non sono limitati ai soli tasti neri, perché definiscono rispettivamente una diminuzione o un aumento di Semitono di una nota qualunque. Si e Do♭ sono dunque enarmonici, e il nome che sceglieremo dipenderà quindi dal contesto.

Alterazioni e Enarmonici III video

92. Alterazioni e Enarmonici III Durata: 3m 06s
Vediamo come tutti i concetti studiati fino ad ora vengono segnati su uno spartito. Analizziamo come notare Bemolli e Diesis, e osserviamo esempi concreti di Enarmonici, cioè di nomi diversi che indicano lo stesso suono.

Materiale didattico

Video da sonorizzare: “Sparkling Ident”
Download ZIP: Video H264 (mp4), compresso in .zip

“Sparkling Ident”, Progetto Cubase
Download ZIP: CPR, compresso in .zip

“Sparkling Ident”, Progetto Logic Pro X
Download ZIP: Logicx, compresso in .zip

“Sparkling Ident”, Progetto in MIDI
Download ZIP: MID, compresso in .zip

.