...

Come comporre melodie — 3h 49m 8s

Come comporre melodie

La vera dimensione della musica: la melodia

In genere quando parliamo di melodia, nel linguaggio comune, se diciamo che “un motivo è orecchiabile” o “una melodia è orecchiabile” stiamo intendendo la stessa cosa.

In realtà, in musica, motivo e melodia sono due cose diverse. Partiamo proprio da questo e scopriamo in che modo ci può tornare utilissimo per comporre.

I motivi, brevi frammenti, sono idee musicali che possono essere associate tra loro.

Non fa nessuna differenza se il nostro obiettivo è comporre musica per film oppure siamo inclini alla musica pop e desideriamo scoprire come comporre una canzone che rispetti le regole e abbia successo.

Il principio è assolutamente lo stesso. Cambia la forma espressiva, cambia il respiro del progetto, ma il frammento costruttivo rimane sempre lo stesso.

Iniziamo a comprendere in pratica come la musica sia una continua ripetizione di pattern, schemi, che possono ripetersi identici o con delle differenze.

Ebbene, le differenze in musica hanno un nome: variazioni. I contenuti di questa lezione sono il vero punto di partenza di qualsiasi musica da film, che è appunto strutturata – tradizionalmente – dal meccanismo del tema con variazioni.

Le variazioni, sia chiaro, non è detto che riguardino solo le note, anche se questa settimana siamo passati a parlare della melodia. Il “pattern” ritmico è egualmente importante.

Semplice non vuol dire che non sia efficace

Come già detto tante volte, essere semplici è molto più impegnativo che essere inutilmente complicati.

Naturalmente per esprimere un pensiero compiuto, è indispensabile elaborare i frammenti. Metterli in ordine, variarli, farli crescere.

Ma all’origine, si può dire che con buona probabilità più l’idea è semplice e più è memorabile. Proprio il cinema ci viene a sostenere in questa idea: tutta la storia narrata in “Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo” di Steven Spielberg ruota intorno a cinque note che rappresentano il ponte di comunicazione tra mondi differenti.

Ed è proprio nella ripetizione di elementi semplici che troviamo il punto chiave della composizione musicale.

Per un compositore dall’orecchio allenato è facile riconoscere questi pattern e la tentazione di percorrere nuove strade musicali, o magari di fare scelte ardite è sempre forte.

Eppure, questo ha l’effetto di sconcertare il pubblico, di lasciarlo senza punti di riferimento. È quindi una scelta inefficace e centinaia di anni di musica ce lo dimostrano. Se studiamo ancora Mozart e Beethoven è proprio perché hanno già raggiunto l’empireo della perfezione.

Tutto quello che possiamo (e dobbiamo) fare, è di imparare da chi ha già inventato la ruota e ripercorrere umilmente – ma con originalità – il metodo che funziona sicuramente.

Questo ci porta a parlare di un’altra regola permanente, che spesso è l’unica regola impiegata quando si insegna la scrittura di musica da film: gli intervalli e la loro naturale associazione a particolari atmosfere.

Anche se ci sono vie differenti (e se non migliori, quantomeno complementari) per dare una struttura alla musica da film questi schemi basati sugli intervalli funzionano.

Quindi li studiamo formalmente, così da avere una conoscenza pratica degli elementi che diventeranno parte dei nostri pattern e poi dell’intera melodia.

Susanna

Conosci meglio Susanna Quagliariello

Compositore / produttore cinematografico / autore pubblicato. Laurea in Storia e Critica del Cinema, master di alta formazione, licenza triennale di conservatorio, diploma specialistico di composizione e orchestrazione per musica da film. Amministratore VFX Wizard e direttore della scuola online.

Il Motivo: cosa è e come costruisce una melodia video

01. Il Motivo: cosa è e come costruisce una melodia Durata: 4m 42s

L'organizzazione ritmica del motivo più famoso nella storia della musica video

02. L'organizzazione ritmica del motivo più famoso nella storia della musica Durata: 6m 13s

Il Motivo e le Variazioni per costruire un brano video

03. Il Motivo e le Variazioni per costruire un brano Durata: 4m 29s

Costruire un motivo: il ruolo degli Intervalli nell'esprimere un'emozione video

04. Costruire un motivo: il ruolo degli Intervalli nell'esprimere un'emozione Durata: 5m 27s

Il ruolo degli intervalli ampi nel catturare l'attenzione video

05. Il ruolo degli intervalli ampi nel catturare l'attenzione Durata: 3m 36s

Come usare gli Intervalli Consonanti, Dissonanti, Maggiori e Minori per legarli ad atmosfere precise video

06. Come usare gli Intervalli Consonanti, Dissonanti, Maggiori e Minori per legarli ad atmosfere precise Durata: 5m 55s

Intervalli e emozioni: Seconda Minore e Seconda Maggiore video

07. Intervalli e emozioni: Seconda Minore e Seconda Maggiore Durata: 4m 39s

Gli intervalli di Terza e come usare una Quarta Giusta per creare un'atmosfera eroica video

08. Gli intervalli di Terza e come usare una Quarta Giusta per creare un'atmosfera eroica Durata: 4m 20s

Come costruire un'atmosfera inquietante con l'intervallo di Quarta Aumentata video

09. Come costruire un'atmosfera inquietante con l'intervallo di Quarta Aumentata Durata: 4m 05s

Usi alternativi dell'intervallo di Quarta Aumentata e l'intervallo di Quinta Giusta video

10. Usi alternativi dell'intervallo di Quarta Aumentata e l'intervallo di Quinta Giusta Durata: 3m 45s

Gli intervalli nel songwriting: costruiamo una melodia su un intervallo di Sesta Minore video

11. Gli intervalli nel songwriting: costruiamo una melodia su un intervallo di Sesta Minore Durata: 4m 34s

L'intervallo di Sesta Maggiore e il suo ruolo nella rappresentazione di personaggi femminili video

12. L'intervallo di Sesta Maggiore e il suo ruolo nella rappresentazione di personaggi femminili Durata: 4m 03s

Gli intervalli di Settima e Ottava nelle canzoni e nella musica per immagini video

13. Gli intervalli di Settima e Ottava nelle canzoni e nella musica per immagini Durata: 6m 16s

Come usare gli Intervalli per costruire melodie efficaci video

14. Come usare gli Intervalli per costruire melodie efficaci Durata: 3m 51s

Potenziare l'effetto degli Intervalli: il ruolo della tonalità e la sincope video

15. Potenziare l'effetto degli Intervalli: il ruolo della tonalità e la sincope Durata: 5m 46s

Perfezionare un'idea musicale basata sugli Intervalli video

16. Perfezionare un'idea musicale basata sugli Intervalli Durata: 5m 16s

Cosa è una Frase Musicale e come svilupparla usando Intervalli e Ripetizioni video

17. Cosa è una Frase Musicale e come svilupparla usando Intervalli e Ripetizioni Durata: 4m 59s

La lunghezza della Frase Musicale e i vantaggi di svilupparla con Intervalli e Ripetizioni video

18. La lunghezza della Frase Musicale e i vantaggi di svilupparla con Intervalli e Ripetizioni Durata: 4m 41s

Che cosa è una progressione melodica: il modello e le imitazioni video

19. Che cosa è una progressione melodica: il modello e le imitazioni Durata: 3m 46s

Il cambiamento di intervalli tra modello e imitazioni video

20. Il cambiamento di intervalli tra modello e imitazioni Durata: 6m 02s

Progressione monotonale e Progressione modulante video

21. Progressione monotonale e Progressione modulante Durata: 4m 37s

I vantaggi delle Progressioni melodiche video

22. I vantaggi delle Progressioni melodiche Durata: 2m 31s

Decidere la lunghezza di una Progressione melodica video

23. Decidere la lunghezza di una Progressione melodica Durata: 4m 23s

Che cosa è e come si scrive un’Inversione video

24. Che cosa è e come si scrive un’Inversione Durata: 3m 56s

Sviluppare un’idea musicale con l’Inversione I video

25. Sviluppare un’idea musicale con l’Inversione I Durata: 3m 51s

Sviluppare un’idea musicale con l’Inversione II video

26. Sviluppare un’idea musicale con l’Inversione II Durata: 2m 39s

L'Inversione con intervalli identici video

27. L'Inversione con intervalli identici Durata: 4m 17s

Diversi scopi per diversi tipi di Inversioni video

28. Diversi scopi per diversi tipi di Inversioni Durata: 2m 22s

Usare le inversioni con libertà per scrivere musica efficace video

29. Usare le inversioni con libertà per scrivere musica efficace Durata: 4m 43s

Cosa è e come si scrive un'Inversione Retrograda video

30. Cosa è e come si scrive un'Inversione Retrograda Durata: 3m 22s

Costruire un'Inversione Retrograda in poco tempo video

31. Costruire un'Inversione Retrograda in poco tempo Durata: 3m 48s

I tre tipi di Inversione Retrograda video

32. I tre tipi di Inversione Retrograda Durata: 5m 13s

Usare le Inversioni Retrograde nella musica per immagini video

33. Usare le Inversioni Retrograde nella musica per immagini Durata: 2m 37s

Esercizio pratico di Melodia e Variazioni

Creare la melodia di un Revealing Shot video

34. Creare la melodia di un Revealing Shot Durata: 4m 39s

Teoria Musicale

Progressioni del Modo Maggiore I video

35. Progressioni del Modo Maggiore I Durata: 3m 38s
Un ottimo modo per mettere subito in pratica quanto abbiamo studiato sugli accordi è usare delle progressioni, cioè delle catene di accordi che possono aiutarti a dare una forma coerente e convincente a un nostro brano. Le progressioni dalle quali partiamo hanno una lunga storia, che inizia con il cosiddetto periodo della Pratica Comune (Common Practice Period) e influenza la storia della musica fino a oggi. Vediamo i tipi di Settima più spesso legati a questo periodo.

Progressioni del Modo Maggiore II video

36. Progressioni del Modo Maggiore II Durata: 5m 21s
Vediamo perché, all'interno delle progressioni più usate, difficilmente troverai l'accordo di Settima costruito sul primo grado. Esploriamo cinque tipi di progressioni, il che ci permette di far pratica di tutto quello che abbiamo imparato su scale, accordi e rivolti. Prima di ascoltarle, le analizziamo per vedere i principali tipi di accordi utilizzati.

Progressioni del Modo Maggiore III video

37. Progressioni del Modo Maggiore III Durata: 3m 40s
È arrivato il momento di ascoltare alcune tra le progressioni più usate in musica. Cominciamo dalle prime due dell'elenco che abbiamo appena esaminato. Per ognuna delle progressioni che ascoltiamo e analizziamo prova a costruire un motivo, anche solo canticchiandolo sugli accordi: sarà un ottimo modo sia per trovare ispirazione che per costruire un brano coerente.

Progressioni del Modo Maggiore IV video

38. Progressioni del Modo Maggiore IV Durata: 3m 41s
Proseguiamo la nostra analisi delle progressioni più usate con un terzo esempio. Un altro esercizio importante da svolgere in questa fase è quello di legare la progressione ad un sentimento preciso. Probabilmente le progressioni che stiamo ascoltando adesso ti ispireranno atmosfere comunque gioiose: siamo pur sempre nel modo maggiore!

Progressioni del Modo Maggiore V video

39. Progressioni del Modo Maggiore V Durata: 3m 00s
Parliamo anche di arrangiamento, analizzando un esempio di una scelta precisa nella disposizione delle note di un accordo. Questo ci porta a capire come, pur iniziando da una stessa progressione, le soluzioni che possiamo adottare porteranno a risultati molto diversi tra loro in termini di atmosfera e colore del suono. Questo vale a maggior ragione nell'ambito della musica orchestrale, dove il vasto insieme di strumenti che hai a disposizione amplia ulteriormente il numero di soluzioni possibili.

Recap: Progressioni del Modo Maggiore V video

40. Recap: Progressioni del Modo Maggiore V Durata: 4m 14s
Ecco in breve un riassunto delle ultime lezioni: abbiamo anzitutto parlato di cosa sono e a cosa servono le progressioni. Ne abbiamo analizzate e ascoltate cinque in particolare, cercando di immaginare anche un'atmosfera da associare ad alcune di esse. Lo scopo è quello di avere un punto di partenza per i nostri brani e un riferimento per la composizione.

Accordi di Settima: riconoscere i Rivolti I video

41. Accordi di Settima: riconoscere i Rivolti I Durata: 4m 44s
Un trucco per riconoscere un accordo di settima in stato di rivolto è individuare il caratteristico intervallo di seconda che si forma al suo interno. Vediamo come farlo a colpo d'occhio con qualche esempio. Questo ci dà la possibilità di individuare immediatamente anche la fondamentale dell'accordo in questione.

Accordi di Settima: Rivolti e Basso Numerato I video

42. Accordi di Settima: Rivolti e Basso Numerato I Durata: 3m 16s
Mettiamo in pratica il trucco per il riconoscimento rapido di un accordo di Settima indipendentemente da come le note sono disposte lungo le ottave. Scopriamo come tutto questo funziona nella pratica, con un esempio concreto di indicazione di Basso Numerato. Ci spostiamo quindi nella chiave di Basso, che è quella nella quale più spesso possiamo trovare le indicazioni di Basso Numerato.

Accordi di Settima: Rivolti e Basso Numerato II video

43. Accordi di Settima: Rivolti e Basso Numerato II Durata: 3m 46s
Quattro esempi pratici per interpretare subito un'indicazione di Basso Numerato. Esaminiamo prima un accordo di Settima in stato fondamentale e poi in ognuno dei possibili rivolti. Prendiamo in esame sia le forme estese di Basso Numerato che quelle abbreviate.

Accordi di Settima: Rivolti e nota fondamentale video

44. Accordi di Settima: Rivolti e nota fondamentale Durata: 3m 59s
Per individuare subito la fondamentale di un accordo di Settima in stato di rivolto basta fare un semplice calcolo. A seconda dello stato di rivolto, calcolare una o due terze sotto il basso è tutto quello che ci serve. Per lo stato di terzo rivolto, invece, conviene semplicemente calcolare una seconda sopra il basso, mettendo in pratica quanto abbiamo detto a proposito degli intervalli.

Basso Numerato e Alterazioni I video

45. Basso Numerato e Alterazioni I Durata: 3m 50s
Fino ad ora ci siamo occupati di Basso Numerato senza note alterate. Vediamo ora come è possibile sovrapporre a queste indicazioni quelle relative al tipo di alterazioni desiderate. Un primo esempio è quello dell'accordo di Settima con la settima abbassata di un semitono.

Basso Numerato e Alterazioni II video

46. Basso Numerato e Alterazioni II Durata: 4m 23s
Il secondo esempio che prendiamo in esame è il caso della terza aumentata di un semitono. In questo caso il grado non viene espresso esplicitamente, ci si limita ad indicare solo il tipo di alterazione voluta. Un altro modo per aumentare di un semitono il grado di un accordo è di sbarrare la cifra corrispondente.

Basso Numerato e Alterazioni III video

47. Basso Numerato e Alterazioni III Durata: 3m 44s
Un altro modo per segnare l'aumento di semitono di una nota è quella di aggiungere un segno di + accanto alla cifra corrispondente. Questo significa che in qualche caso non è possibile usare le forme abbreviate di Basso Numerato. Iniziamo a ricapitolare brevemente questo approfondimento sul Basso Cifrato.

Recap: Basso Numerato e Alterazioni video

48. Recap: Basso Numerato e Alterazioni Durata: 3m 18s
Un breve riassunto del nostro approfondimento su modo di indicare le alterazioni all'interno del Basso Numerato (o Cifrato). L'impostazione di base era quella di rispettare, nella costruzione di Triadi e Settime, le alterazioni presenti in chiave. Per aggiungere altre alterazioni vi erano diverse soluzioni grafiche, che abbiamo esaminato con esempi pratici.

Settime della Scala Minore Naturale video

49. Settime della Scala Minore Naturale Durata: 4m 48s
Esaminiamo le Settime diatoniche all'interno del Modo Minore. Costruiamo gli accordi facendo riferimento alla scala minore melodica, armonica, e naturale. Iniziamo dalla minore naturale, che è la scala minore di riferimento riguardo alle alterazioni.

Settime della Scala Minore Melodica I video

50. Settime della Scala Minore Melodica I Durata: 2m 44s
Passiamo alla Scala Minore Melodica e costruiamo su ognuno dei suoi gradi un accordo di Settima. Esaminiamo il risultato di questo lavoro. Troviamo su questa scala una Settima nuova rispetto ai tipi che abbiamo già esaminato. È il caso dell'accordo di Settima costruito sul primo grado.

Settime della Scala Minore Melodica II video

51. Settime della Scala Minore Melodica II Durata: 3m 07s
L'accordo che abbiamo appena costruito occupa un posto importante all'interno della musica da film: si tratta del cosiddetto Accordo di Hitchcock. Scopriamo perché si chiama così e analizziamo gli intervalli che lo compongono. Infine passiamo alla notazione, guardando ai modi più comuni di indicare questo particolare tipo di Settima.

Settime della Scala Minore Melodica III video

52. Settime della Scala Minore Melodica III Durata: 4m 19s
Un altro accordo che vediamo per la prima volta è quello costruito sul terzo grado della scala minore melodica. Vediamo come si forma, come suona, e come notarlo. Notiamo inoltre che il nome in inglese (augmented major seventh chord) fa riferimento agli intervalli che lo compongono, mentre la denominazione italiana fa riferimento al grado sul quale possiamo trovarlo.

Settime della Scala Minore Armonica video

53. Settime della Scala Minore Armonica Durata: 4m 05s
La scala minore armonica non ci riserva sorprese. Conosciamo già, infatti, le settime costruite sui suoi gradi, compreso l'Augmented Major Seventh Chord che abbiamo appena visto e che ritroviamo sul terzo grado. Passiamo quindi a un breve riassunto di quanto detto finora, sia in merito alla tradizionale divisione della scala minore in tre distinte tipologie che riguardo ai tipi di Settima costruiti su ognuno dei loro gradi.

Recap: Settime del Modo Minore I video

54. Recap: Settime del Modo Minore I Durata: 4m 02s
Eccoci alla ricapitolazione del concetti principali affrontati a proposito degli Accordi di Settima. Abbiamo scelto, tra le Settime che si potevano formare sulla Scala Minore, solo un numero ristretto di accordi più usati, e li abbiamo riassunti in uno schema. Lo schema ci è particolarmente d'aiuto perché nel Modo Minore la corrispondenza tra qualità delle Triadi e qualità delle Settime è più difficile rispetto a quanto visto nel Modo Maggiore.

Recap: Settime del Modo Minore II video

55. Recap: Settime del Modo Minore II Durata: 2m 06s
Un buon modo per ricordare più facilmente i tipi di Settima legata a ciascun grado è di ricordare la Triade che avevamo individuato su quello stesso grado. Facciamo quindi un confronto tra i due insiemi per sottolinearne affinità e differenze. Questo lavoro ci sarà di grande aiuto per gestire con facilità le progressioni, e quindi la struttura alla base dei nostri brani.

Materiale didattico

Revealing shot da musicare
Download ZIP: Video H264 (mp4), compresso in .zip

.